Guiglia

Guiglia

Un totale di quasi 4000 abitanti per 490 metri di altitudine. Dalla collina su cui sorge, Guiglia domina tutta la provincia di Modena regalando una vista a volo d’uccello sulle colline e la pianura sottostante. Non a caso, è chiamata “il balcone dell’Emilia”. Si presume che l’abitato di Guiglia abbia origini remote, ma il primo documento che la attesta è datato 890. In seguito, il suo Castello rientra nei possedimenti di Matilde di Canossa per poi essere conteso fra Bologna e Modena.

Fra i diversi signori che dominano Guiglia si contano anche i Pio da Carpi, che la ottengono nel 1405, e i Montecuccoli, che la reggono dal 1630 fino alla fine del ‘700 facendone la loro residenza estiva. Nel Borgo e nei suoi dintorni sono varie le testimonianze del passato: fra queste, la Torre cinquecentesca del Pubblico, parte integrante del Castello. Il territorio circostante è invece molto notevole dal punto di vista paesaggistico e include il Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina.

Il "Balcone dell'Emilia", patria del Borlengo

Luoghi nei dintorni