Castagno secolare

Vivi

Castagno secolare

Il castagno secolare di Monteombraro è stimato avere circa 600 anni. Le notizie storiche ci riferiscono che tutto il castagneto circostante fu impiantato nel corso del ‘400. Tuttavia, alcuni esperti in materia sostengono che questo esemplare possa avere un’età maggiore, addirittura 1000 anni. In tal caso, sarebbe stato piantato al tempo di Matilde di Canossa.

Da qui deriva la leggenda secondo cui questo castagno fosse l’albero sotto cui la feudataria amava riposare. Un’altra storia racconta invece che la sua larga chioma avesse protetto con la sua ombra Matilde e tutto il suo seguito durante un viaggio.

Il castagno secolare di Montombraro è alto 13 metri. Il suo diametro, calcolato a circa 1,20 metro dal suolo, è largo 2,54 metri. La circonferenza alla base misura invece circa 15 metri.

Prima della seconda guerra mondiale, possedeva una chioma alta e rigogliosa. Con i bombardamenti che colpirono l’area circostante, alcuni rami subirono danni e la chioma stessa si ridusse. Dopo la guerra, il castagno secolare divenne meta frequente di visite turistiche, talvolta non troppo rispettose dell’antico albero. Anche in questa fase, il castagno riportò infatti danni ai rami, alla corteccia e al terreno circostante.

Il castagneto, che oltre al nostro “castagno speciale” vede altri esemplari dalle forme imponenti, è vicinissimo al centro abitato. Il paesaggio che offre è molto suggestivo e si può raggiungere attraverso un sentiero percorribile anche dai bambini. Nella speranza, magari, di incontrare anche gnomi e folletti.

 

Un castagneto di 600 anni e il suo ospite più importante.
  • Passeggiate
  • Percorsi segnalati
  • Parchi

Nei dintorni