Colline modenesi

  • Passeggiate Percorsi ciclabili e per mountain bike Edifici interesse storico
  • 12 h 15 m
  • autunno
  • Amici
  • Castelvetro di Modena
Scopri
Assapora

Colline modenesi

punti panoramici terre di castelli modena denzano marano sul panaro

Le colline delle Terre di Castelli non hanno nulla da invidiare ai panorami toscani. Anche qui, nel cuore dell'Emilia-Romagna, l’occhio si perde fra dolci pendii punteggiati di borghi e vigneti.

Rosse e arancioni in autunno, verdissime in estate: le colline modenesi riempiono la vista in tutte le stagioni. Ospitano i vigneti da cui nasce il Lambrusco Grasparossa, nascondono borghi storici e, quando meno te lo aspetti, svelano paesaggi ancora più particolari.

Panorami e sapori tra la pianura e l'Appennino.

Tappe

  • Castelvetro – Torre dell’orologio

    Cominciamo con una vista mozzafiato. Ci basterà raggiungere la piazza di Castelvetro in prossimità della Torre dell’Orologio, un tempo parte della cinta muraria. Ora, guardiamoci intorno: siamo davanti alla distesa di colline in cui nasce il Lambrusco Grasparossa. E questo è solo l’inizio.

  • Levizzano Rangone - Il Castello

    Seguiamo i filari colorati per raggiungere una delle rocche principali delle Terre di Castelli: il Castello di Levizzano, con la Torre Matildica che svetta sulla sommità del paese. Un belvedere da gustare con un calice di vino a portata di mano: ovviamente, Lambusco Grasparossa.

  • Marano – Valle del Rio Torto e Salse di Ospitaletto

    Le colline modenesi nascondono stranezze. Attraversando il paesaggio a calanchi della Valle del Rio Torto raggiungiamo Ospitaletto, dove possiamo assistere al fenomeno tutto emiliano delle “salse”: coni di fango che ribollono e scoppiettano per effetto di gas sotterranei.

  • Guiglia - I Sassi di Roccamalatina

    Saliamo fino al Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina: chilometri di sentieri immersi nel verde fino alle suggestive (e imponenti!) guglie di arenaria che simboleggiano il parco e dominano il paesaggio. Con un po’ di fortuna, possiamo anche avvistare qualche falco pellegrino in volo.

  • Vignola - Borgo Campiglio

    Punto panoramico che vai, specialità gastronomica che trovi! Scendiamo di nuovo per raggiungere il borgo medievale di Campiglio. Arroccato sulla sommità di una collina domina la città di Vignola, patria della buonissima ciliegia moretta.

  • Savignano - La Via delle Querce

    Finiamo il nostro giro per le colline modenesi con un’ultima passeggiata nel verde alle porte di Savignano sul Panaro: un sentiero che si snoda dentro un bosco di querce monumentali, veri giganti della natura per oltre 300 specie esistenti.