Denzano: trekking fra storia, natura e panorami suggestivi

  • Passeggiate Percorsi segnalati
  • 3 h
  • estate
  • Amici
  • Marano sul Panaro
Vivi

Denzano: trekking fra storia, natura e panorami suggestivi

punti panoramici terre di castelli modena denzano marano sul panaro

Le colline nel territorio modenese delle Terre di Castelli sono ricche di percorsi segnalati in mezzo alla natura. Scopriamo le mete più suggestive per gli amanti del trekking fra i comuni di Marano sul Panaro e Castelvetro.

Cosa c’è di meglio che trascorrere una giornata nella natura riempiendosi gli occhi di panorami mozzafiato? Basta inoltrarsi nelle prime colline modenesi per essere accontentati: la zona dell’antico borgo di Denzano ci aspetta con i suoi percorsi di trekking tutti da scoprire. 

Le mete più suggestive per gli amanti del trekking.

Tappe

  • Marano sul Panaro - Museo Civico di Ecologia e Storia Naturale

    Prima di inoltrarci nel percorso di Denzano, partiamo dal Museo di Marano sul Panaro dedicato alla natura del territorio. Il luogo ideale per capire tutti gli aspetti naturalistici ed ecologici degli ambienti che andremo a conoscere nella nostra giornata di trekking.

  • Denzano - Il borgo

    In posizione panoramica incontriamo il borgo di Denzano, circondato da sentieri che si snodano nella natura. Ma soprattutto, ricco di sorprese per gli amanti della mineralogia e sede di un antico castello di cui rimangono solo una torre e un’abside romanica.

  • Denzano - Il Monte delle Tre Croci

    Avanziamo fra i boschi di roverelle e imbocchiamo il percorso che porta al Monte delle Tre Croci, passando lungo il crinale. Un sentiero suggestivo da cui si può godere una splendida vista sulla pianura modenese ai piedi delle colline.

  • Levizzano Rangone - Castello

    Infine, dal Monte Tre Croci è possibile scollinare e scendere fino al suggestivo borgo di Levizzano Rangone, in posizione dominante sui morbidi rilievi dove vengono coltivati i vitigni del Lambrusco Grasparossa. In questo scenario, svetta il vecchio castello al centro del borgo, con la sua antica Torre Matildica, simbolico punto d’arrivo per un itinerario tra natura e storia.