Ospitaletto

Scopri

Ospitaletto

Ospitaletto è una località nei pressi di Rodiano che deve il suo nome all’antico Hospitale di Garamola. La struttura è ricordata anche come Garamollo, de Gramolis o Gramolis ed era situata lungo la direttrice San Dalmazio - Bendello - Vie Cave - Pavullo.

Anticamente l’Hospitale ricadeva nel territorio della corte dei Balugola e, fra ‘200 e ‘400, figura sotto il controllo della Pieve di Trebbio. La sua esistenza è testimoniata ancora nel 1449, quando vengono definiti i confini fra Balugola e Campiglio. Una curiosità: nei pressi dell’Hospitale era presente una fonte di acqua salsoiodica rinomata per le sue proprietà terapeutiche, presente ancora oggi nella zona di Cà Guidina.

Nei pressi dell’Hospitale sorgeva poi la Chiesa di S.Egidio, menzionata nel 1289 in un compromesso stipulato tra l'Arciprete della Pieve di Trebbio e un chierico dello stesso Hospitale. Sempre in zona esisteva una seconda chiesa citata in un documento del 1270 come San Salvatore de Garamolo. Successivamente la chiesa compare in un altro un documento della diocesi di Modena datato 1592 dove risulta dipendente dalla congregazione di Panzano. Alla stessa data, la chiesa di S.Egidio (all'epoca trasferita da Ca' Guidina in località Chiesa Vecchia) era sottoposta alla pieve di Coscogno.

Nei pressi di Ospitaletto si può assistere al fenomeno geologico e vulcanico delle “Salse”: si tratta di un processo geologico per il quale si formano piccoli coni in superficie causati dalla fuoriuscita dal terreno di fango, acqua salata e gas di varia natura, fra cui idrocarburi. E' un fenomeno di vulcanismo secondario molto diffuso nell’area pedecollinare modenese.

 

Dove un tempo sostavano pellegrini e viaggiatori
  • Edifici interesse storico

Nei dintorni