I castelli delle Terre di Castelli

  • Edifici interesse storico
  • 7 h 30 m
  • primavera
  • Gruppo
  • Vignola
Scopri

I castelli delle Terre di Castelli

terre di castelli vignola comune wall luoghi eventi

È chiaro già dal nome: le Terre di Castelli, nelle colline modenesi, sono punteggiate di rocche, torrioni e fortificazioni, eredità di una storia lunga e ricca di testimonianze. I borghi antichi del territorio sono infatti piccoli scrigni di storie, ma anche di arte e cultura.

All'esterno, mura, merli e torrioni imponenti. All'interno, affreschi raffinati e curiose testimonianze. E attorno a questi edifici nobili e antichi, i borghi storici affacciati sul panorama delle colline modenesi. Andiamo a scoprire le rocche delle Terre di Castelli, simboli di una storia antica e di una comunità.

Magnifici edifici per una storia antica.

Tappe

  • Castello di Guiglia

    Partiamo dall'antico Castello di Guiglia, residenza nobiliare della famiglia Montecuccoli nel primo appennino modenese. Un territorio, come tanti altri, che  fu coinvolto in sanguinose guerre tra fazioni, incendi, terremoti e subì alterne dominazioni che ne modificarono man mano la pianta originale.

     

  • Vignola - Rocca medievale

    Proseguiamo con la Rocca di Vignola, l’edificio più noto e meglio conservato della zona. La sua mole possente e severa custodisce un anima da palazzo signorile, rappresentata dagli affreschi rinascimentali ancora ben visibili all’interno delle sue stanze.

  • Spilamberto - Rocca Rangoni

    Nel cuore di Spilamberto c’è la Rocca Rangoni, edificio nato nel XIII secolo a difesa del passaggio del fiume Panaro e diventato nel corso dei secoli la dimora di un’impostante famiglia, che l’ha resa una residenza lussuosa con affreschi, giardini pensili e un grande parco. Oggi è sede di istituzioni impegnate nella valorizzazione della cultura enogastronomica locale.

  • Savignano sul Panaro - Borgo medievale

    Anche i borghi testimoniano il passato feudale delle Terre di Castelli: così Savignano, storico abitato che mostra ancora la sua forma medievale. Ovviamente, con l’immancabile torre sulla sommità, unica testimonianza rimasta dell’antico castello, e punto panoramico tra i più belli del territorio.

  • Castelvetro di Modena - Centro storico

    Di borgo in borgo, saliamo verso l’antico abitato di Castelvetro e la sua piazza dalle suggestioni rinascimentali, dove svettano ancora le torri che un tempo facevano parte del suo castello. Tutt’intorno, un panorama che rimane nel cuore (e nel gusto!): le morbide colline su cui vengono coltivati i vitigni del Lambrusco Grasparossa.

  • Levizzano Rangone - Castello

    Seguendo la via del Grasparossa, arriviamo a Levizzano. Qui, il Castello e la sua Torre Matildica, ancora ben conservati, svettano sull'affascinante paesaggio circostante e sul complesso monumentale suggestivo di Campo San Rocco, l’ex cimitero napoleonico.