I castelli delle Terre di Castelli

  • Edifici interesse storico
  • 7 h 30 m
  • primavera
  • Gruppo
  • Vignola
Scopri

I castelli delle Terre di Castelli

terre di castelli vignola comune wall luoghi eventi

È chiaro già dal nome: le Terre di Castelli, nelle colline modenesi, sono punteggiate di rocche, torrioni e fortificazioni, eredità di una storia lunga e ricca di testimonianze. I borghi antichi del territorio sono infatti piccoli scrigni di storie, ma anche di arte e cultura.

All'esterno, mura, merli e torrioni imponenti. All'interno, affreschi raffinati e curiose testimonianze. E attorno a questi edifici nobili e antichi, i borghi storici affacciati sul panorama delle colline modenesi. Andiamo a scoprire le rocche delle Terre di Castelli, simboli di una storia antica e di una comunità.

Magnifici edifici per una storia antica.

Tappe

  • Vignola - Rocca medievale

    Partiamo dalla Rocca di Vignola, l’edificio più noto e meglio conservato della zona. La sua mole possente e severa custodisce un anima da palazzo signorile, rappresentata dagli affreschi rinascimentali ancora ben visibili all’interno delle sue stanze.

  • Spilamberto - Rocca Rangoni

    Nel cuore di Spilamberto c’è la Rocca Rangoni, edificio nato nel XIII secolo a difesa del passaggio del fiume Panaro e diventato nel corso dei secoli la dimora di un’impostante famiglia, che l’ha resa una residenza lussuosa con affreschi, giardini pensili e un grande parco. Oggi è sede di istituzioni impegnate nella valorizzazione della cultura enogastronomica locale.

  • Savignano sul Panaro - Borgo medievale

    Anche i borghi testimoniano il passato feudale delle Terre di Castelli: così Savignano, storico abitato che mostra ancora la sua forma medievale. Ovviamente, con l’immancabile torre sulla sommità, unica testimonianza rimasta dell’antico castello, e punto panoramico tra i più belli del territorio.

  • Castelvetro di Modena - Centro storico

    Di borgo in borgo, saliamo verso l’antico abitato di Castelvetro e la sua piazza dalle suggestioni rinascimentali, dove svettano ancora le torri che un tempo facevano parte del suo castello. Tutt’intorno, un panorama che rimane nel cuore (e nel gusto!): le morbide colline su cui vengono coltivati i vitigni del Lambrusco Grasparossa.

  • Levizzano Rangone - Castello

    Seguendo la via del Grasparossa, arriviamo a Levizzano. Qui, il Castello e la sua Torre Matildica, ancora ben conservati, svettano sull'affascinante paesaggio circostante e sul complesso monumentale suggestivo di Campo San Rocco, l’ex cimitero napoleonico.